giovedì 27 febbraio 2014

C'era una volta...



Siediti e ascolta, ti narro una storia...



" C'era una volta, in un luogo lontano, una principessa sognante. 



Per sfuggire alla malvagità della perfida matrigna, la donzella suolava rifugiarsi sola soletta in una stanza buia del castello. Nei suoi momenti segreti, pensava e fantasticava un mondo tutto suo pieno di sorrisi, gioie, amori e passioni, dove tutto ciò che faceva la rendeva serena.



Un giorno di sole, ispirata del cinguettio degli uccellini e dai colori brillanti della natura, di nascosto iniziò a dipingere la sua stanza segreta di bianco: fusione di tutti i colori, espressione di purezza e celebrazione di nuova vita.


Asso di denari: Nel seme di Denari l'Asso rappresenta l'arrivo dell'energia dell'Elemento Terra e ciò che rappresenta : prosperità, solidità, capacità di realizzazione concreta di progetti.


I giorni passavano e la ragazza trascorreva sempre più tempo nel suo piccolo nascondiglio scrivendo, decorando, restaurando, cucendo, sperimentando ogni genere d'arte. Così, pian piano, la stanza si animò di colori, di festoni, di piccole creature che le facevano compagnia.
Il suo mondo non era perfetto, ma era così coinvolgente che le trasmetteva tranquillità, sicurezza e pace.

Un giorno, alcuni bambini del palazzo, scoprirono la stanza. Era così misteriosa e fantastica che i bimbi si dimenticarono dove fossero e iniziarono a sbirciare qua e a giocare con le piccole creature.

La principessa li scoprì, ma non si arrabbiò, anzi, con gioia lesse loro una fiaba. Da quel dì, divenne un appuntamento: i bimbi di nascosto degli adulti si fermavano a giocare e a farsi leggere fiabe dalla principessa. I sorrisi dei piccoli riempivano il cuore della giovane. La voce si sparse per il reame, allora la donzella pensò che fosse giunto il momento di condividere il suo mondo. 


La Regina di Denari: ovunque c'e' lei c'e' prosperità e abbondanza. Amante della casa e della famiglia, sa apprezzare i beni materiali che gestisce con intelligenza. Sa lavorare sodo, con metodo e organizzazione, riuscendo a ricavare il massimo dal minimo.


La stanzetta divenne una grande bottega dove la magia travolgeva tutti coloro che si immergevano. Luogo di incontro, di gioia, dove le favole si tessevano con le emozioni dei piccini e dei più grandi, dove ogni sua creazione suscitava entusiasmo a chi la incrociava. 
Nella bottega si respiravano profumi magici, la principessa imbastiva arti e sentimenti per trasformare i piccoli e i grandi momenti della vita in qualcosa di meraviglioso, per imprimerli nei cuori degli abitanti del reame. "


" Chi non crede nella magia è destinato 

a non incontrarla mai "
Roald Dahl (1916-1990) scrittore





Nessun commento:

Posta un commento